Barbara C. e ...la cicatrice dalla quale è nata ...

Aggiornamento: 14 ott 2020



Ci ho messo un po' di tempo a capire che era giunto il momento di affrontare la mia nascita, e trattare la mia cicatrice. Dico "mia" perché da lì sono nata io, 35 anni fa.

Trattare la propria madre non è semplice, trovare la chiave per raccontare un momento così intimo, lontano e in questo caso doloroso mi spaventava. E invece proprio quello che mi spaventava di più mi ha sorpresa. Il legame, la vicinanza, la sorellanza con mia madre è aumentata all'ennesima potenza e io mi sono sentita come se fossi finalmente completa. 🌺Ma il cambiamento più grosso è stato in lei, nel suo essere donna, essere mamma ma soprattutto essere FIGLIA. L'ho sentita via via riconsiderare i vari rapporti familiari, mentre sentivo la cicatrice cedere sotto le mani e ricordi che non credeva di avere riaffiorare. Ancora una volta il cambiamento parte da dentro, dalla donna e non solo dal segno fisico. 👉questo è il nostro trattamento...queste siamo Noi le Operatrici Cicatrici della Nascita ASM

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti